come prendere decisioni

Come Prendere Decisioni Importanti: Tecniche Scientifiche

Il nostro pregio e difetto più grande è l’essere dotati di un cervello che funziona in modo così complicato che persino noi non siamo ancora in grado di comprendere tutte le sue funzionalità e potenzialità. Siamo capaci di compiere imprese straordinarie, di fare il bello e il cattivo tempo con l’ambiente che ci circonda, ma… abbiamo un vizio di forma: i nostri processi decisionali non sono così obiettivi come pensi.

Spesso le nostre decisioni non sono del tutto parte del nostro ragionamento, ma tendono a spostarsi in base a eventi, ambiente e stati d’animo del momento. A volte, ci fermiamo persino per il timore di incorrere in pregiudizi i quali ci impediscono di fare delle scelte che potrebbero nel tempo rivelarsi intelligenti.

Se vuoi smettere di tentennare, di seguito ti elenco i tre principali passaggi che ti spiegano come prendere decisioni di cui non ti pentirai. Vediamoli insieme!

Come Prendere Decisioni in 3 Punti Chiave

1. Viaggia nel Tempo con la Fantasia

prendere decisioniLo so, sarebbe meraviglioso se esistesse una macchina del tempo capace di trasportarci anni avanti nel futuro, proprio come si vede nei più famosi film di fantascienza. Ci sarebbe possibile osservare le conseguenze prossime delle nostre azioni, che cosa hanno portato i nostri comportamenti, vedere se abbiamo agito nel migliore dei modi oppure la nostra vita non è andata come desideravamo. Insomma, fare un salto nel futuro sarebbe per lo più meraviglioso, ci permetterebbe di capire se le nostre scelte sono state corrette oppure no.

Ma torniamo con i piedi per terra, perché, come ben saprai, a meno che non si riescano a riscrivere le leggi fondamentali della fisica moderna, viaggiare nel tempo sarà una prerogativa dei nostri personaggi preferiti ancora per un bel po’.

Niente e nessuno, però, ci vieta di ricorrere all’immaginazione per tentare di prevedere come prendere decisioni importanti possa influire nel lungo periodo. Prova a rilassarti sul divano senza la televisione accesa, allontanati dallo smartphone e comincia a farti delle domande che ruotano attorno alla scelta che devi effettuare. Esempi? Se non prendo adesso la macchina nuova che cosa succederà più avanti? Rischio che quella vecchia si rompa e mi lasci a piedi? Il prezzo di questa aumenterà o andrà fuori produzione? È proprio necessario questo nuovo acquisto? O non posso farne a meno?

Ora rispondi. Con calma. Chiudi gli occhi e immagina. No, non come George Clooney nella nota pubblicità, ma come una persona che cerca di valutare a fondo le conseguenze delle sue azioni. Cerca di muoverti nella tua mente, crea una storia che ti vede protagonista nel futuro e cerca di inserire tutte le possibili opzioni e varianti in maniera tale da renderti conto di quale sia la soluzione più vantaggiosa per te nel lungo periodo.

È un metodo che può sembrare un po’ strano, ma la scienza dice che funziona e chi siamo noi per contraddirla?

I ricercatori Jack Soll e John Payne dell’Università Duke e Katherine Milkman dell’Università della Pennsylvania, autori del trattato “A User’s Guide to Debiasing” tratto dall’ultima edizione del “Wiley-Blackwell Handbook of Judgment and Decision Making”, affermano come viaggiare con la fantasia permetta di vagliare anche quelle ipotesi che spesso tendiamo a ignorare. Consigliano, quindi, di “immaginare il futuro” prima di prendere decisioni di cui potresti pentirti.

2. Affamato, arrabbiato o assonnato? Rimanda la tua scelta!

Che tu ci creda oppure no, sappi che la valutazione di una decisione non è mai oggettiva. È inutile che continui a dire che valuterai ogni singola soluzione, strategia e chi più ne ha più ne metta: non sarai mai in grado di ragionare in modo oggettivo.

Calma la tua frustrazione, nessuno ha detto che è sbagliato. È nella natura intrinseca dell’essere umano, siamo nati e cresciuti con questo modo di pensare. È con noi sin dai momenti più importanti dell’evoluzione e non possiamo di certo costringerci a modificarlo.

La scienza, però, ci dice che sarebbe meglio evitare di prendere decisioni importanti nei momenti in cui siamo sotto un forte carico di stress. Che sia stanchezza, fame o un qualsiasi stato emotivo intensificato, la nostra suscettibilità a distorcere fatti e informazioni aumenta a dismisura, portandoci di conseguenza a pensieri errati e a fare una scelta sbagliata.

L’ipotesi dei ricercatori sopracitati diviene una certezza grazie a un famoso studio americano condotto su alcuni giudici israeliani portati a prendere decisioni fondamentali per la vita di un’altra persona, come la concessione o meno della libertà vigilata.

Il risultato della ricerca ha confermato il naturale comportamento dell’uomo in sé. Infatti, i giudici hanno mostrato atteggiamenti indulgenti negli attimi immediatamente successivi alle pause pranzo, ma più il tempo passava dopo ogni stacco e più le richieste dei detenuti venivano negate con maggiore frequenza.

Molto probabilmente non lavori in un tribunale e non sei responsabile della vita degli altri, ma non esiste alcuna ragione per cui tu non possa applicare questa logica nelle piccole e grandi decisioni di ogni giorno. Ammettilo, sono davvero troppe le scelte che sei portato a compiere e la maggior parte di queste vengono fuori quando sei particolarmente stressato.

Fermati, qualsiasi cosa sia può e deve aspettare il momento in cui sarai abbastanza calmo e lucido per poterci riflettere sopra. In fondo, è sempre meglio ritardare una decisione piuttosto che prendere quella sbagliata, non credi?

3. Come Prendere Decisioni Senza Sbagliare: Pensa in Anticipo

come prendere decisioni importantiNon sempre è meglio riflettere sulle nostre possibilità di scegliere all’istante. Spesso quando pensiamo alla decisione che dobbiamo prendere, è già troppo tardi.

In particolar modo, è utile soffermarsi su come prendere decisioni che coinvolgono l’autocontrollo. Pensa al cibo, alle sigarette, ecc., sono tante le motivazioni che ti portano a fare una scelta sbagliata sul momento. Sai, per esempio, che non dovresti fumare ma in quel determinato istante non riesci a dare adito alla tua “forza di volontà” e apri quel pacchetto che non avresti mai dovuto acquistare.

In questo caso, gli scienziati affermano che bisogna farsi carico di una buona dose di umiltà. Riconosci a te stesso che ti manca l’autocontrollo per prendere decisioni importanti, questo ti consentirà di fare scelte più sane e più utili.

Come?

Anticipandole.

Mi spiego meglio. Se sai di non avere una buona forza di volontà, fermati prima di commettere uno sbaglio. Per esempio, se vai al supermercato senza aver prima pranzato, sarai più propenso a comprare cibi non molto genuini da mangiare subito dopo. Quello che gli studiosi vogliono dirci è di mangiare prima e poi andare a fare la spesa; questo ci permetterà di prestare più attenzione per uno stile di vita più sano e tendente al risparmio.