Seleziona una pagina

Avere fiducia in se stessi è il desiderio comune di tutti ma definirlo e, soprattutto, realizzarlo non è affatto semplice.

L’essere umano, tranne rare eccezioni, tende ad avere una scarsa considerazione di sé. Non per questione di vittimismo, ma perché si rende conto di essere soltanto una piccola particella di un universo molto più vasto.

Questo ci fa sentire minuti e deboli.

Ma vivere portandoci addosso questa sensazione è deleterio. È vero, sei solo uno su un milione, come canta Alex Britti, ma sei speciale. Come ognuno di noi nel suo piccolo.

Grazie ad alcuni trucchi scientificamente provati, è possibile aumentare autostima e sicurezza in se stessi per vivere una vita serena e felice, senza avvertire la pressione e la concorrenza con i nostri simili.

Aumentare l’Autostima: i Suggerimenti Della Scienza

1. Facebook Non È Sempre Tuo Nemico

esercizi autostimaUna delle volte precedenti ti avevo detto che per vivere sereni avresti dovuto tagliare un po’ del tuo tempo speso sulla vita virtuale. Ti avevo consigliato di trascorrere più ore all’aperto e di evitare di passare tutto il pomeriggio e la sera sui social network quali Facebook e Twitter.

Sì, ma non di eliminarli del tutto.

Trascorrere qualche minuto in compagnia di amicizie virtuali non può, invece, farti altro che bene. Sai, non è del tutto vero ciò che viene detto riguardo a queste: conoscere persone nuove e instaurare con esse dei rapporti anche a distanza può darti una grossa spinta per raggiungere la soddisfazione personale.

Secondo uno studio scientifico condotto dagli esperti dei social media della Cornell e pubblicato nel marzo 2011, le bacheche di Facebook possono avere un’influenza positiva sulla tua autostima, special modo se sei uno studente universitario.

La ricerca è stata effettuata su un numero di 63 allievi del laboratorio della Social Media University i quali sono stati suddivisi in due gruppi: uno con accesso a Facebook e l’altro con il computer spento o senza connessione a internet.

Ai primi è stato concesso di esaminare per un tempo massimo di tre minuti le loro bacheche social, poi è stato chiesto a tutti di compilare un questionario che andava a prendere nota del loro livello di autostima.

Gli studenti autorizzati a passare del tempo sul noto social network di Mark Zuckerberg hanno rilasciato commenti molto più positivi rispetto a chi non ha avuto accesso al personal computer.

Questo dimostra che trascorrere qualche minuto su Facebook aumenta l’autostima. Attento però a non cadere nel tunnel dell’esagerazione, perché altrimenti si rischia l’effetto contrario.

2. Partecipare a Un Gioco Di Ruolo Online Permette Di Migliorare l’Autostima

Questo può sembrarti strano e lo posso comprendere ma, come hai appena visto nel paragrafo sopra, il computer e in particolar modo l’universo del web non sempre è un nemico da combattere.

Il vasto mondo di internet contiene in sé una grandissima quantità di risorse da utilizzare per ricerche, studio, lavoro e, soprattutto, per svago.

Una fetta importante è ritagliata ai ben noti giochi di ruolo, li conosci? Sono delle piattaforme in cui puoi creare un tuo avatar (alter-ego) da personalizzare e muovere a tuo piacimento, creando interazioni con altri personaggi e combattendo battaglie dalla dimensione epocale.

Se stai storcendo il naso a queste affermazioni, sappi che tutto questo lo afferma niente di meno che l’University of Missouri con una ricerca la quale ha dimostrato che la creazione di un proprio alter-ego online è in grado di aumentare autostima e benessere emotivo.

Lo studio si è basato sul famosissimo gioco di realtà virtuale Second Life, molto simile a The Sims ma gratuito e più interattivo.

L’esperimento datato novembre 2012 ha messo in mostra come i giocatori che sentono i loro avatar più vicini alla propria personalità costruiscono attorno a sé una vita sana e una maggiore autostima nel mondo reale.

Questo perché gli alter-ego virtuali amplificano i sentimenti di fiducia e sono persino in grado di ispirare le persone a mettersi in forma e assomigliare il più possibile ai loro personaggi digitali.

3. Trascorrere Del Tempo Con il Proprio Padre

La famiglia è certamente la cosa più bella e più vicina che abbiamo. Sono le persone che sai di avere sempre al tuo fianco, il tuo rifugio sul quale contare a prescindere da tutto. Non ti abbandona. Mai.

Eppure non tutti i membri della famiglia, a discapito di quanto si è portati a pensare, sono uguali per la nostra psiche.

Uno studio messo in atto dal reparto Social Science Research Institute della Pennsylvania State University ha scoperto che i bambini che trascorrono più tempo da soli con il padre sviluppano nel tempo una forte dose di autostima.

Questo si può notare anche con i genitori di sesso femminile, ma non in maniera così radicale come la figura paterna.

4. Superstizioni: Amici o Nemici Dell’Autostima?

Uno dei principali metodi su come aumentare la propria autostima è senz’altro quello di portare con sé dei portafortuna o consumare dei rituali personali che ti permettono di prendere la vita con più leggerezza.

Possono essere semplici oggetti come un orologio, un braccialetto o il classico ferro di cavallo, non c’è alcun bisogno di vergognarsi se sono ben stretti all’interno delle tue tasche.

Te lo dice anche la scienza con una ricerca pubblicata sulla rivista Psychological Science del 2010 che suggerisce come il portare con sé simboli di fortuna e speranza influisca sulle prestazioni di una persona, aumentando di conseguenza la fiducia in se stessi.

5. Ascoltare Musica Come Esercizio Per Avere Più Autostima

Ascoltare della musica in sottofondo è uno dei migliori esercizi per l’autostima che esistano in circolazione. Si sa, canticchiare sulle note della tua canzone preferita ti mette subito il buon umore, così come una melodia triste porta a rannicchiarsi sulle ginocchia trattenendo le lacrime.

Esiste quindi un fondamenta scientifico riguardo al ruolo della musica sui processi emotivi?

Sì e ci viene presentata da un gruppo di ricercatori della Kellogg School of Management della Northwestern University con uno studio pubblicato nell’agosto del 2014 che mostra come la tipologia di musica influisce sulle emozioni.

6. Imparare Cose Nuove Nel Tempo Libero

come aumentare la propria autostimaCome trascorri il tuo tempo libero? Ciondoli sul divano con la televisione accesa, leggi un buon libro, fai una passeggiata o ti godi un bel riposino?

Qualsiasi cosa tu faccia per la scienza non c’è nulla di meglio che spendere le ore libere con un corso che ti impegni e ti insegni qualcosa di nuovo.

Secondo una ricerca del Department for Business and Innovation and Skills pubblicata a luglio 2012, chi si iscrive a un corso di qualsiasi tipo ha nel tempo una migliore salute psico-fisica e meno probabilità di incontrare la depressione.

Puoi provare qualsiasi cosa: dal tipico corso di cucina all’apprendimento di una lingua straniera. Di occasioni ce ne sono a bizzeffe, prova quella che si adatta di più alla tua personalità!

7. Farsi Un Selfie

Aumentare autostima grazie ai selfie, è utopia o realtà?

Se sei tra quelli che pensano all’auto-scatto come il mezzo perfetto per una pessima reputazione online, dovresti cominciare a ricrederti.

I selfie non sono soltanto la tendenza del momento, ma hanno un significato profondo, intrinseco. Parlano di te, sul serio.

Quando premi sul pulsante della fotocamera e osservi la tua immagine riflessa ti senti bene. Secondo gli psicologi questa viene chiamata auto-efficacia e ti fornisce l’idea di poter controllare te stesso e il mondo che ti circonda.

Anche Pamela Rutledge, direttrice del Media Psychology Research Centre, è d’accordo e lo spiega con una ricerca dedicata all’universo selfie e social network.

Quindi, la prossima volta che qualcuno ti chiede un auto-scatto non tirarti indietro, ma mettiti in gioco. La tua autostima schizzerà in alto nel tempo di un click!