tecniche di lettura veloce

Tecniche di Lettura Veloce: Mito o Realtà?

La lettura veloce è un argomento attorno al quale ogni presunto esperto di “speed reading” ha detto la sua a riguardo nel corso degli anni. Più recentemente, sono comparse diverse applicazioni a basso costo che promettono di insegnare i “segreti” della lettura veloce, riaccendendo così l’interesse su questo argomento.

Quindi, diamo uno sguardo alle presunzioni di velocità che la nostra lettura potrebbe raggiungere e scopriamo se è davvero possibile leggere 1.200 parole al minuto.

La maggior parte di noi tende a leggere a circa 200-400 parole al minuto. I lettori più veloci affermano di stare intorno alle 1000-1700 parole al minuto. Per avere una migliore idea se queste affermazioni abbiano o meno qualche fondamento scientifico, chiamiamo in causa il professor Keith Rayner, ricercatore di “eye-tracking” presso L’Università della California.

Diamo un’occhiata a diversi metodi di lettura veloce esistenti e scopriamo se funzionano davvero.

Le Diverse Tecniche di Lettura Veloce

Prima di poter parlare di lettura veloce, abbiamo bisogno di definire le specifiche di come si tende a leggere e comprendere il testo normalmente. Una ricerca spazza via tutte le credenze che possiamo aver accumulato riguardo alla lettura:

A meno che non si tratti di letture fatte per puro piacere, quando leggiamo testi contenenti concetti complessi e poco familiari per noi, l’atto di leggere è un processo meccanico.

saccade

  • Guardiamo una parola o più parole. Questo atto si chiama “fissazione“, e richiede in media circa 25 centesimi di secondo.
  • l’occhio si sposta alla parola gruppo di parole successivi. Questo si chiama un “saccade,” richiede fino a circa 1 decimo di secondo in media e viene ripetuto un paio di volte.
  • Si passa alla comprensione della frase che abbiamo appena guardato. Questo richiede circa da 3 e 5 decimi di secondo in media.

Se prendiamo tutte queste fasi di fissazione, saccade e comprensione, ricaviamo circa il 95% di tutti i lettori di livello universitario che raggiungono una media tra le 200 e 400 parole al minuto.

I lettori più veloci riducono il tempo di fissazione su una parola e lo riescono a fare eliminando la lettura mentale. In questo modo la comprensione del testo risulta più veloce rispetto ai 3-5 decimi di secondo elencati sopra.

L’interesse alla lettura veloce è sorto intorno al 1950, ma recentemente si registra una rinascita di interessa a questo argomento, anche grazie a molte applicazioni online.

Come ci si aspetterebbe, la velocità di lettura è compresa in molti sistemi differenti, ma la maggior parte rientrano in un paio di metodi diversi. Questi metodi includono lo skimming, il meta guiding, la Rapid Serial Visual Presentation, e altri.

Lo Skimming consiste scansionare il testo con uno sguardo per trovare parti importanti da leggere. Anche se questo è di solito considerato un metodo di lettura veloce, praticandolo non stai insegnando al tuo cervello di leggere più velocemente, ma stai solo imparando quali parti ti testo puoi saltare.

Come ci si aspetterebbe, gli studi dimostrano che non ci ricordiamo molti dettagli del testo che abbiamo analizzato con lo skimming.

Il Meta Guiding è una delle tecniche più vecchie, e consiste nell’utilizzare un dito (o un puntatore come una penna) per guidare i vostri occhi a parole specifiche. Il fine è quello di diminuire la distrazione e concentrarsi sulle parole specifiche per aumentare la vostra velocità di lettura.

Un altro metodo spinge a leggere più righe contemporaneamente, espandendo la nostra visione periferica. Tim Ferriss ha una tecnica di lettura veloce basta su questa idea che allena anche la vostra attenzione.

Rapid Serial Visual Presentation (RSVP) è un metodo utilizzato dalla maggior parte dei sistemi digitali di lettura veloce più recenti. Parole singole lampeggiano sullo schermo in modo che ci si concentri su una sola parola alla volta. Man mano che ci si abitua alla velocità imposta dal sistema, la velocità di lettura “naturale” tende a modificarsi in base alla velocità delle parole mostrate sullo schermo dall’applicazione.

Un esempio di un sistema RSVP è Spritz, che non ha nulla che vedere con il più famoso aperitivo italiano.

Come la Velocità di Lettura Influisce sulla Comprensione

La lettura veloce è una bella idea, ed è possibile raggiungere la capacità di leggere 1000 parole al minuto. Tuttavia, non ci sarebbe un vero vantaggio dal momento che non si capirebbero completamente quelle parole. La ricerca in questo ambito è piuttosto limitata, ma Keith Rayner ci dà una panoramica completa di come i nostri occhi lavorano mentre stiamo leggendo.

Per Rayner molte affermazioni sulla lettura veloce sono sciocchezze, perché i nostri occhi hanno un funzionamento con dei limiti fisici.

fovea

Probabilmente possiamo spingerci a riuscire a leggere po’ più di 500 parole al minuto, ma siamo inevitabilmente limitati dalle caratteristiche dei nostri occhi e dall’anatomia della retina.

Per capire un testo è necessario spostare gli occhi per mettere la fovea sulla parte del testo che si desidera mettere a fuoco. La Visione cade nettamente al di fuori della fovea e non si possono distinguere le parole e il testo al di fuori dalla fovea. Quindi, questo è un fattore fisico limitante rispetto alle tecniche di lettura veloce che possiamo praticare, come lo è la velocità con cui il cervello riesce a elaborare le informazioni.

Quando si cerca di eliminare la lettura mentale per velocizzare la propria lettura, secondo Rayner perdiamo rapidamente la comprensione del testo che abbiamo di fronte.

Ci si può esercitare ad andare più veloce e probabilmente ci si può anche riuscire, ma quando si inizia ad andare troppo veloce, si iniziare a perdere la qualità della comprensione. La maggior parte dei metodi di lettura veloce contempla l’eliminazione della lettura mentale, ma la ricerca mostra che quando lo si fa e il testo è particolarmente complesso, la comprensione va in pezzi.

Per quanto riguarda i metodi che richiedono di leggere più righe in una volta, Rayner afferma che non funzionano:

la tesi che si possano acquisire maggiori input testuali durante la fase di fissazione degli occhi, non è suffragata da alcuna prova scientifica che ci dica che possiamo farlo con successo. Quello che sappiamo sulla fisiologia della retina va contro l’idea che si possano acquisire e comprendere due righe di testo allo stesso tempo.

E, infine, il sistema digitale, RSVP, ha un problema serio con la memoria di lavoro: con RSVP, le parole arrivano velocemente, ma la memoria di lavoro viene sovraccaricato e le parole appaiono più velocemente di quanto si riesca a elaborarle.

Gli studi scientifici dimostrano che man mano che la velocità di lettura aumenta, cala la comprensione. Questo significa che non si trattengono le informazioni, quindi si vanifica lo scopo stesso della lettura.

Con la tecnica del RSVP (e le applicazioni che la utilizzano) non si ha la possibilità di tornare indietro a rileggere il testo, si sovraccarica la memoria a breve termine e quindi non si ricorda molto di quello che si legge.

Naturalmente, esistono argomenti contrari. Più di recente, la ricerca condotta sull’applicazione di lettura veloce Spritz, contraddice le affermazioni di Rayner. Spritz sostiene che poiché il loro sistema permette ai nostri occhi di posarsi su un unico punto, è possibile leggere più velocemente. Questo potrebbe essere vero, ma non tiene conto del problema di memoria evidenziato da Rayner.

App che Ti Insegnano a Leggere Velocemente

Non ci sono solo cattive notizie però, la lettura veloce ha molti sostenitori. Jim Pagels di Slate ama il sistema RSVP. Olga Khazan sostiene che le applicazioni di lettura veloce vadano bene per le notizie noiose o le e-mail, ma non su quello che richiede una completa e precisa comprensione. Allo stesso modo, i metodi che si basano sullo skimming hanno maggior senso quando si sta leggendo qualcosa che non è particolarmente importante.

Puoi testare tu stesso l’efficacia di queste applicazioni nel migliorare la velocità di lettura, si tratta di apps gratuite o dal costo molto contenuto, tuttavia non dovrai aspettarti risultati sorprendenti.

Spreed: questa estensione del browser Chrome utilizza la tecnica RSVP e fa lampeggiare le parole sullo schermo. Basta selezionare il testo che si desidera da qualsiasi pagina web e Spreed fa il resto.

OpenSpritz: è un’estensione che utilizza la tecnica Spritz. Oltre alla modalità RSVP che fa lampeggiare una parola alla volta, Spritz evidenzia anche una lettera di ogni parola per mantenere fissa la posizione degli occhi.

Outread/Velocity/Syillabe: sono tre applicazioni iOS che utilizzano tecniche diverse per insegnare la velocità di lettura. Outread utilizza una variante di meta guida. Velocity e Syllabe utilizzano entrambi varianti di RSVP.

Personalmente, ho provato tutti i metodi di cui sopra, e penso che siano molto faticosi da portare avanti in mezzo a tutte le attività quotidiane.

Ci vuole molta attenzione e sforzo mentale per la lettura veloce, e quando lo si fa, si perdono per strada delle informazioni che potrebbero essere fondamentali per la corretta comprensione del testo.

Può essere utile, leggendo un libro o un articolo, poter dedicare qualche minuto per mettere in pausa ed elaborare un’idea. Con la lettura veloce spariscono questi momenti. Si potrebbero consumare un sacco di informazioni senza in realtà elaborarle completamente.

Quindi, concludendo, è sbagliato applicare la lettura veloce su tutti quei contenuti che è necessario capire in profondità. Tuttavia, se si dispone di alcuni documenti che devono essere “scandagliati” per farsi un’idea generale sul loro contenuto, questi metodi possono certamente avere la loro utilità.

L’importante è avere sempre chiaro in mente che non possiamo diventare macchine di comprensione super-veloce di quello che leggiamo.